Industria Archivi - Milano Meccanica

18 Gennaio 2021
MIME-tempo-e-relazioni-1.jpg

Il successo di un progetto di sviluppo di un nuovo prodotto o di un nuovo impianto dipende solo dai tecnici.

L’Ufficio Acquisti, invece, non fa altro che frenare l’avanzamento dei lavori, sempre alla ricerca del risparmio a tutti i costi.

Niente di più sbagliato, anche se questo modo di pensare è molto diffuso!

Insieme al mio Team, posso testimoniare esattamente il contrario:

il contributo dell’Ufficio Acquisti delle aziende con le quali abbiamo collaborato è sempre stato cruciale in tutti i progetti di successo. Sempre!

Allora ho deciso di scrivere questo articolo proprio per evidenziare il vero ruolo dei buyer.

 

Il più grande alleato dei tecnici parla la lingua degli economics

Il lavoro di MIME si basa sulla consapevolezza dell’importanza degli aspetti gestionali e, più specificatamente, relazionali per efficientare tutti i processi necessari allo sviluppo di nuovi prodotti o impianti.

Il concetto è che, al netto delle necessarie competenze tecniche, il successo di un progetto è strettamente legato alla capacità di includere in ogni fase decisionale tutti i soggetti coinvolti, in modo da poter strutturare, sin dall’inizio, flussi di lavoro stabili e che possano permettere di affrontare agilmente qualunque necessità possa sorgere in itinere.

In quest’ottica, il ruolo del buyer è senza dubbio uno dei più importanti.

Pianificare e gestire il budget di un’azienda, soprattutto in fasi di sviluppo di nuovi prodotti e impianti, è un’operazione che va ben oltre la semplice spending review, finalizzata alla riduzione dei costi.

 

L’Ufficio Acquisti del tempo e delle relazioni

Al centro del lavoro dei buyer ci sono tempo e relazioni e queste, senza alcun dubbio, sono due delle variabili più importanti per le performance del business di ogni azienda.

Sì, perché acquistare prodotti e servizi significa, prima di ogni cosa, avere l’abilità di instaurare efficienti relazioni con soggetti interni ed esterni all’azienda. E questo, per noi tecnici, è fondamentale perché ci garantisce la possibilità di fare il nostro lavoro meglio e più velocemente.

Ecco perché la perfetta gestione dei flussi di processo non può che prevedere la partecipazione attiva dell’Ufficio Acquisti in ogni singola fase dello sviluppo di un nuovo prodotto o impianto.

D’altronde, è proprio con la stesura di un capitolato tecnico a opera di tutti i soggetti coinvolti, studi esterni di ingegneria inclusi, che si pongono solide basi per il successo di un progetto.

Infatti, da quel momento in poi, una volta definiti con certezza fornitori, centri di costo e agili strategie di revisione del budget, sarà possibile instaurare un efficace dialogo continuo tra tecnici e buyer, scongiurando il più possibile il presentarsi di eventuali imprevisti.

 

L’interfaccia tecnici-buyer-fornitori

L’ecosistema di attori sul quale si basa lo sviluppo di un nuovo progetto è caratterizzato dalla presenza di professionalità operanti in diversi domini di competenza che, a volte, possono far fatica a “parlare la stessa lingua”.

Ciò porta alla necessità di allineare costantemente tecnici, buyer e fornitori su ogni aspetto che incide sull’efficienza del flusso dei processi.

 

Chiarezza, pianificazione, semplificazione e velocità decisionale e d’esecuzione sono le chiavi del successo di ogni team di lavoro.

Con l’utilizzo di uno strumento capace di coniugare le funzionalità più avanzate dei software ERP e CRM, è possibile costruire una piattaforma con la quale permettere a tutti i soggetti coinvolti di pianificare e controllare alla perfezione ogni fase di lavoro.

Un ottimo esempio di questo tipo di software è Microsoft Dynamics perché è capace di programmare, tracciare e ottimizzare l’operato di ogni persona, garantendo l’implementazione di processi fluidi e facilmente comprensibili.

 


Hai in programma lo sviluppo di un nuovo prodotto o un nuovo impianto per aumentare la competitività della tua azienda?

Vuoi essere sicuro, sin dall’inizio, del ritorno sugli investimenti che sostieni per il tuo nuovo progetto?

Richiedi una Consulenza Gratuita al Team di Milano Meccanica.

Durante la tua consulenza, un consulente tecnico dedicato eseguirà, insieme a te, una mappatura dei tuoi obiettivi e dei tuoi asset aziendali, al fine di fornirti precise indicazioni per ottimizzare sin da subito le performance del tuo business.

Compila il form per programmare la tua Consulenza Gratuita.

12 Ottobre 2020
MIME-10-variabili-1.jpg

Non è più il momento di aspettare.

Il tuo mercato, soprattutto nella nuova era dell’imprenditoria post-covid, si muove troppo in fretta e la competitività della tua azienda è legata, come non mai, alla sua agilità decisionale e operativa.

Occorre immettere nuovi prodotti nel mercato o ideare un nuovo impianto per ottimizzare le performance della tua impresa, ora.

Per fortuna, nella tua azienda le idee non mancano e, tra una riunione e uno scambio di battute nei corridoi, il Product Manager e i responsabili della produzione sono arrivati a una soluzione che, una volta tanto, è stata approvata subito dal CdA.

Ora, è necessario ideare e portare a termine un progetto capace di rispondere a tre necessità imprescindibili:

  • pieno rispetto dei principi di funzionalità attesi;
  • scrupolosa coerenza col costo di produzione definito in precedenza;
  • puntuale rispetto dei tempi concordati per l’immissione del nuovo prodotto sul mercato o per l’implementazione del nuovo impianto nel workflow operativo della tua azienda.

Ma come puoi essere sicuro di percorrere la giusta strada, quella che può garantire alla tua azienda un concreto vantaggio competitivo?

Le 10 variabili dell’in-successo

Una cosa è certa: le competenze tecniche, comprese quelle dei tuoi fornitori, studi di ingegneria meccanica in primis, potrebbero non bastare.

Competitività, alti margini di guadagno, innovazione (quella vera!), efficientamento dei processi produttivi, abbattimento dei costi e bassi livelli di manutenzione sono tutti traguardi che puoi raggiungere solamente con ottime capacità gestionali.

Di seguito trovi, le tipiche situazioni che spesso, più di quanto si possa immaginare, generano dei pericolosi cortocircuiti nel lavoro delle aziende che intendono sviluppare nuovi prodotti o ideare nuovi impianti.

In quali casi può essere difficile strutturare dei flussi di processo agili e performanti?

  1. Processi decisionali lunghi e rigidi.
  2. Cicli di lavoro poco “snelli”.
  3. Criticità nella gestione delle competenze, a volte, ridondanti tra più membri del team interno.
  4. Si decide di portare avanti troppi progetti contemporaneamente.
  5. Non vengono fissati degli obiettivi realistici con la realizzazione di un “capitolato tecnico” a monte e si finisce con il calcolare erroneamente il budget necessario.
  6. Quando si intende portare avanti un progetto innovativo, capita di trascurare o non viene preventivata la fase di ricerca, per la quale occorre uno studio preliminare.
  7. Ci si scontra con il nemico numero uno di tutti i progetti: il classico “si è sempre fatto così” che porta ad affrontare nuove sfide con vecchie soluzioni metodologiche o tecnologiche.
  8. Durante la progettazione, ci si dimentica di fare prototipi, test e verifiche intermedie che possano evitare l’insorgere di problemi tecnici durante lo sviluppo.
  9. A volte, si ignora la necessità di avvalersi di nuovi punti di vista che, necessariamente, devono venire dall’esterno.
  10. Si trascura l’importanza di un’efficiente coordinazione di tutti gli stakeholder coinvolti, fornitori in primis.

In tutti questi casi, la sola via praticabile è quella di ricorrere a uno studio esterno capace di operare su un binario parallelo, astraendosi dalle dinamiche aziendali, svincolandosi dai disguidi interni e assumendosi la piena responsabilità del rispetto di tempi e costi.

 


Hai in programma lo sviluppo di un nuovo prodotto o un nuovo impianto per aumentare la competitività della tua azienda?

Vuoi essere sicuro, sin dall’inizio, del ritorno sugli investimenti che sostieni per il tuo nuovo progetto?

Richiedi una Consulenza Gratuita al Team di Milano Meccanica.

Durante la tua consulenza, un consulente tecnico dedicato eseguirà, insieme a te, una mappatura dei tuoi obiettivi e dei tuoi asset aziendali, al fine di fornirti precise indicazioni per ottimizzare sin da subito le performance del tuo business.

Compila il form per programmare la tua Consulenza Gratuita.

CONTATTI

Come Contattarci

Questi sono i contatti attraverso i quali puoi raggiungerci
+39 0287196334

www.milanomeccanica.com

info@milanomeccanica.com

Privacy PolicyCookie Policy

SEDI

Come Trovarci

Queste sono le nostre sedi di interesse

SEDE LEGALE: Via Harar 15 20153 Milano

SEDE OPERATIVA: Via Zamenhof 7/a 20136 Milano

Lavora con noi


curriculum@milanomeccanica.com

RESTA IN CONTATTO

Segui le Nostre Attività

Seguici sulla sezione news e sui canali social per rimanere aggiornato sulle nostre ultime attività.


Scarica gratuitamente

Milano Meccanica Srls | Via Harar 15 – 20153 Milano | P.IVA 08111350966